Bellagio

E’ sicuramente uno dei paesi più conosciuti del Lago di Como. Si trova sulla punta alla diramazione del lago (dove il lago si divide in due) ed offre per questo una notevole varietà di scorci e di panorami a chi la visita. Detto anche “la perla” del Lario, Bellagio ha da secoli incantato pittori, scrittori e musicisti provenienti da tutto il mondo.

Bellagio vista dal Lago di Como

Qui vi hanno soggiornato ed hanno tratto ispirazione per le loro opere Stendhal, Manzoni, Parini, Toscanini, Liszt, Plinio il Giovane, ecc… Dal 1800 è uno dei centri di villeggiatura più noti a livello internazionale ed anche un casinò di Las Vegas prende il nome da questa località. Nei suoi alberghi hanno soggiornato personalità illustri provenienti da tutto il mondo: da John Fitzgerald Kennedy ad Alfred Hitchcock, da Liza Minnelli a George Clooney, ed ancora Silvio Berlusconi, Helmut Newton, Mark Hoppus, Michael Schumacher, Ronaldo, Alessandro Volta, ecc…

Il clima è mite d’inverno e temperato in estate, e la varietà di flora è impressionante: nei parchi e nei giardini delle ville crescono, accanto a specie locali, piante rare ed esotiche, in bellissimi giardini all’italiana o all’inglese. Il Parco di Villa Serbelloni è considerato uno dei più belli d’Italia ed è talmente esteso che occorrono circa due ore per visitarlo tutto.

Viuzze nel centro di Bellagio

Tra le ville più belle ricordiamo Villa Melzi, villa Belmonte, villa Giulia, Villa Poldi Pezzoli. A Bellagio si trova anche Villa Serbelloni: quello che all’inizio del secolo era un hotel di lusso venne acquistato nel 1930 dalla principessa di origine americana Ella Thurn und Taxis. Dal 1959 appartiene, per lascito testamentario, alla fondazione Rockefeller di New York e vi si tengono numerosi convegni internazionali, spesso tenuti da studiosi americani. E’ possibile visitarne gli splendidi giardini.

Da Bellagio parte anche la salita per il Santuario della Madonna del Ghisallo, protettrice dei ciclisti e per questo meta obbligatoria per i numerosi appassionati di questo sport che ogni anno arrivano sul Lago di Como. La salita verso il Santuario è lunga 4 km, con un dislivello di 500 mt, ed i ciclisti professionisti riescono a coprirla in 20 minuti. Al Santuario vi è il museo del ciclismo e numerosissimi cimeli donati dai più grandi campioni di questo sport.

Foto panoramica di Bellagio

Benché il paese, a differenza di altre località del Lago di Como, sia vivo e pulsante quasi esclusivamente durante la bella stagione, in estate un giro tra le sue stradine, alla ricerca di boutique, bar, ristoranti caffetterie, gelaterie, … è quasi obbligatorio per chi visita il Lago di Como.

Fonte immagini: http://www.flickr.com/photos/gianlucaponti/

Pin It on Pinterest

Share This