Villa Pliniana, dopo restauro torna agli antichi fasti la storica villa del lago di Como

Torna di nuovo ai suoi antichi fasti Villa Pliniana, storico edificio affacciato sul lago di Como. Dopo quasi due anni di restauro, la famiglia Ottolenghi, proprietaria dell’immobile, ha festeggiato il termine dei lavori e dato il via alla nuova vita della villa, inaugurandone la riapertura.

Villa Pliniana è una delle ville più antiche, misteriose e ricche di fascino del Lario. Si trova nei pressi di Torno ed è stata eretta nel 1573 dall’architetto Giovanni Antonio Piotti per volontà del conte Giovanni Anguissola, governatore di Como. I lavori furono terminati nel 1577 e la villa prese il nome dalla fonte intermittente presente all’interno della corte: la fonte era nota già in epoca romana e fu descritta da Plinio il Vecchio e da Plinio il Giovane.

Villa Pliniana, immagine storica

Villa Pliniana in una illustrazione del 1820

Fin dalla sua ultimazione, la villa suscitò sentimenti di mistero nei confronti degli osservatori, sentimenti facilitati dall’aspetto severo della villa e dalla sua posizione: solitaria in una insenatura tra Torno e Faggeto, distaccata, circondata dal bosco e dominata da una cascata di 80 metri. Tutto questo, unitamente al fatto che il suo primo proprietario Giovanni Anguissola, uccisore del duca di Parma Pier Luigi Farnese, fu a sua volta assassinato, ha fatto sì che nel corso dei secoli la villa si sia popolata di spettri e che le sue atmosfere cupe abbiano ispirato Antonio Fogazzaro per la scrittura del suo romanzo Malombra. Dal libro, che Verga definì una delle più belle concezioni romantiche mai apparse in Italia, Mario Soldati trasse l’omonimo film, girato nel 1942 proprio all’interno della villa.

Ancora oggi, dopo il restauro, Villa Pliniana continua a suscitare emozioni molto forti: “gioia, mistero e riservatezza”, ha sottolineato Guido Ottolenghi, durante i festeggiamenti per il completamento dei lavori di restauro. All’inaugurazione erano presenti tra gli altri il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, l’ex ministro Elsa Fornero, l’ex ministro Corrado Passera, l’ex presidente della Camera di Commercio Paolo De Santis, il prefetto Bruno Corda, il sindaco di Torno Rino Malacrida, l’ex sindaco di Torno Giovanni Sala, l’assessore alla Cultura del Comune di Como Luigi Cavadini.

villa-pliniana-oggi

Nei lavori di restauro è stata posta particolare attenzione al risparmio energetico, alla sicurezza e al restauro degli apparati decorativi pittorici, lignei e lapidei, in modo da conservare ed esaltare il valore storico di tutti gli spazi della villa. I fabbricati continuano ad avere un uso residenziale, come l’organizzazione di eventi e l’accoglienza di ospiti. Tra i nuovi servizi a disposizione, ricordiamo una spa, una sala multimediale, una rimessa, un ormeggio e una piscina ricavata in un edificio un tempo usato come limonaia.

Pin It on Pinterest

Share This